luisellabolla.it - Diario di una telescrivente

Il sito di Luisella Bolla (versione per la stampa)

Archivio >  Periscopio > Qui comincia la lettura

 

Qui comincia la lettura

Mantova e provincia, fino a tutto maggio 2006
www.quicomincialalettura.it

 

Qui comincia la lettura

 

 

Qui comincia la lettura
Di un romanzo di avventura
Tutto mosso a perfezione
Da corsara animazione…

A dare il via alla manifestazione è stato Ascanio Celestini, lo scorso autunno al 10° Festivaletteratura di Mantova. L’idea è quella di creare, nel territorio della provincia di Mantova, una grande comunità di lettura attraverso un libro, che ogni anno, per qualche mese, diventa occasione di incontro e di animazione culturale. Un libro che “entra in circolo” - viene letto, prestato, passa di mano in mano, se ne parla - e che dà lo stimolo per nuove letture personali, per piccoli incontri, e poi per mostre, concerti, feste in piazza. Un libro da leggere e poi da rivoltare come un calzino, da mangiare, suonare, da cucirsi addosso.

Leggendo Jolanda

L’avventura è partita nel febbraio 2006 con “Jolanda, la figlia del Corsaro Nero” di Emilio Salgari e continua con una felice invasione di pirati, corsari e gente di mare di ogni specie. E’ un percorso collettivo senza spettatori, che invita a creare la propria avventura e a diventarne il protagonista. Jolanda ha messo d’accordo grandi e piccoli lettori: rapimenti, inseguimenti, duelli e scenari d’amore stanno ormai avvolgendo la vita quotidiana di Mantova e provincia.

Ma non solo. Si può provare gratuitamente un make-up ispirato a Jolanda (disponibile nella versione da giorno e nella versione da notte); avere in omaggio un porta-deodorante per cassetti (“Per le bandane dei pirati, Jolanda consiglia...”); mangiare la pagnottella della Jolanda e i biscotti del Corsaro; degustare il Rossa Jolanda, un lambrusco doc mantovano appositamente pensato per la manifestazione.

I corsari

Il lungo percorso di lettura arriverà alla sfida avvincente tra gli studenti di una scuola media che a fine anno scolastico si affronteranno in una gara sul modello di “Per un pugno di libri”, con una grande festa e un rinfresco finale. Nel frattempo altre classi stanno rileggendo Salgari pensando a possibili "sequel" o serie ispirate ai protagonisti del libro: come sarebbe andato a finire il romanzo se Morgan avesse smarrito il senno per amore o se Jolanda fosse stata un’adolescente isterica?

E poi ci sono i corsari del cinema (dal “Corsaro dell’Isola verde” con Burt Lancaster a “La bella Corsara” con Rina De’ Liguoro) e i corsari del teatro; il laboratorio animato di nodi marinari e le musiche caraibiche; la caccia al tesoro alla riserva naturale e la riproposta da parte dei giovani schermidori del duello tra Morgan e il suo implacabile rivale.

Quanti strani e imprevedibili effetti può suscitare la lettura di un libro? Un gruppo di esperti mantovani sta curando l’edizione di Jolanda, la figlia del Corsaro Nero nell’unica lingua in cui non è stata ancora tradotta: l’esperanto.

(12 aprile 2006)